Un progetto che guarda al futuro

Postato in Articoli in evidenza

Insomma, non si tratta di un impegno che richiede pochi minuti, ma che comporta un’attività di studio, confronto e verifica. Soprattutto se ciò su cui si lavora non è pensato per coinvolgere amici o familiari, ma vuole presentarsi come un preciso prodotto editoriale. «Quando abbiamo iniziato a lavorare coi ragazzi sapevamo che sarebbe stata un’avventura, e non avevamo idea di come sarebbe andata a finire – ha sottolineato Simone Giusti. - Abbiamo puntato molto sul lavoro di squadra, ed è stata una fortuna poter contare sulla professionalità di un writer come Marco Milaneschi e sul sostegno di tanti altri esperti della nostra città, giornalisti, social media manager, fotografi e critici d’arte che hanno dimostrato ai ragazzi e a tutti noi che Grosseto può essere davvero, come diceva Luciano Bianciardi, una città aperta al vento e ai forestieri». Con Social Media School gli studenti sono divenuti protagonisti attivi e creatori di un progetto didattico multidisciplinare: Maremma Touring. E per un gruppo di loro l’esperienza andrà avanti, oltre la simulazione, continuando a contribuire in modo fattivo all’aggiornamento del portale. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione della redazione della rivista «La ricerca» e i social media manager di Loescher editore che hanno guidato gli studenti in questi due anni.

Registro elettronico: GENITORI

registro elettronico2

Quaderno elettronico: studenti

quaderno elettronico-nuovo

Registro elettronico: DOCENTI

registro elettronico2