Il Polo Bianciardi contro...

Postato in Articoli in evidenza

bullismo e cyberbullismo

Bullismo 

Basta aprire un giornale o collegarsi a un social network per avere quotidianamente notizie di cronaca legate al bullismo. Il bullismo è ormai dilagante nella società, fra i banchi di scuola, negli spogliatoi delle palestre, nei locali frequentati dai giovani e colpisce indiscriminatamente figli, studenti, amici. La violenza non è solo quella fisica ma anche quella psicologica che, sebbene più silenziosa, fa comunque gravissimi danni. Il Polo Scolastico “Luciano Bianciardi” insieme al CTS di Grosseto (Centro Territoriale Supporto di Grosseto) è da tempo impegnato in una sensibilizzazione a tutto campo che investe ragazzi, genitori, operatori e che vuole smuovere le coscienze su una tematica scottante e pericolosa.  In tal senso lo scorso anno ha promosso numerose azioni, tra cui un seminario presieduto da esperti e pensato per i genitori degli studenti che stavano per affrontare il delicato passaggio dalla scuola media inferiore alla scuola superiore. In quella occasione è stato anche bandito un concorso a premi rivolto agli alunni delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado di Grosseto e provincia dal titolo: “Usa le mani per abbracciare - non per far male, usa le parole per dialogare - non per offendere”. L’idea era quella di sensibilizzare gli studenti sul tema della lotta al bullismo attraverso disegni, frasi e slogan che dovevano evidenziare in modo chiaro come tale problematica era percepita dagli alunni. Ogni studente, o gruppo di studenti, poteva liberamente esprimere il proprio pensiero realizzando o un disegno oppure creando una semplice frase. Il concorso ha ottenuto un ottimo successo e i numerosi lavori arrivati sono stati valutati da una Commissione composta da docenti del Polo Luciano Bianciardi indirizzo Tecnico della Grafica, del Liceo Artistico e da esponenti del mondo della comunicazione.

Alla scuola di appartenenza del vincitore era destinata la realizzazione dello slogan sotto forma di murales su uno dei muri della scuola o come pannello-quadro da posizionare dove la scuola avrebbe ritenuto opportuno, in un lavoro di collaborazione tra gli studenti del Polo Bianciardi indirizzo Grafica e Liceo Artistico assieme agli alunni della scuola media. E così la classe 3 B del Liceo Artistico sotto la guida di Walter Palladino, dopo una fase di progettazione, in cui ogni studente ha elaborato un bozzetto che rappresentava graficamente il pensiero che i ragazzi delle classi terze medie avevano immaginato per il tema del Bullismo e cyberbullismo, martedì 5 dicembre alle ore 11,00 consegnerà alla scuola media Dante Alighieri, vincitrice del concorso, il dipinto su tavola che sarà collocato negli ambienti della scuola. Il bozzetto che si era aggiudicato il premio era stato elaborato da Sofia Casu. Ma l’impegno del Polo Bianciardi, contro il bullismo e il cyberbullismo non finisce qui; sempre da martedì 5 dicembre, tutte le classi del biennio parteciperanno all’iniziativa "Vita da social". Si tratta di un evento molto importante che segue un percorso itinerante a livello nazionale, ed è stato proposto alla scuola dalla Polizia Postale di Grosseto. Consiste in un'aula multimediale, allestita all’interno di un camion, sarà utilizzata per diversi giorni come strumento innovativo per sensibilizzare tutte le classi del biennio delle scuole superiori cittadine.

Registro elettronico: GENITORI

registro elettronico2

Quaderno elettronico: studenti

quaderno elettronico-nuovo

Registro elettronico: DOCENTI

registro elettronico2